Shatush, rovinano davvero tanto i capelli?



Gli shatush sono un effetto molto particolare che si può dare ai capelli per avere l’impressione di averli schiariti dal sole. Regalano maggiore luminosità al viso e la loro manutenzione spesso molto semplice, richiede solo un tonalizzante di tanto in tanto per non farli virare troppo verso il colore del capello decolorato.

Quest’anno inoltre, andando di moda gli Ombre Hair con questa tecnica, pur dando un effetto diverso, si fornirà un buonissimo appoggio per tutte coloro che voglio provare qualche volta a vederne l’effetto magari comprando una tinta di un colore pazzo e facendola poi in casa con molta calma.

Ma la domanda vera è questa: Quando lo shatush rovina i capelli? Ci sono sempre da considerare tante variabili tra cui, la competenza della parrucchiera, il grado di schiaritura, il tipo di capelli che si hanno e in che stato la chioma si presenta all’appuntamento decolorazione.

Un consiglio del tutto personale, specialmente se usate prodotti eco bio è quello di andare dal parrucchiere con i capelli filmati d’olio. L’ossigeno schiarirà indipendentemente dalla patina di grasso ma voi vi garantirete una chioma decisamente più sana ed idratata.

Seconda cosa, chiedete bene alla vostra parrucchiera ogni passaggio di questo procedimento dal momento che prevede: Cotonatura, che di per se sfibra da morire i capelli, decolorazione, che li priva della cheratina seccandoli, e successivamente tonalizzazione che è meno aggressiva ma è pur sempre chimica.

Dire se effettivamente questa procedura rovina i capelli non è possibile. Ci sono persone che non risentono minimamente di tutti questi passaggi altre che invece vorrebbero non averli mai fatti. La cosa positiva è pur sempre che la chioma non viene tinta dalla radice quindi lentamente scalando i capelli rovinati e seccati si eliminano con più facilità senza dover ricorrere a tagli drastici.