Ristrutturare casa: colore pareti?



Alle volte basta un tocco di colore per dare un nuovo volto alla vostra casa. Soprattutto in piccoli spazi i colori hanno un forte impatto. Ma come scegliere il colore giusto? Il vostro colore? Acceso o pastello? E poi come abbinarlo? Le teorie dei colori sono molte, ad oggi è risaputo che i colori possono, in maniera inconscia, stimolare l’umore, la creatività, l’attenzione, ecc.. Quindi oltre al gusto personale e intuitivo potete scegliere anche in base a questi studi:

BIANCO: per quanto possa sembrare banale o asettico è il colore che aiuta la chiarezza mentale in quanto è il colore puro. Gli architetti lo amano per la sua pulizia e semplicità, ma non sempre aiuta a stimolare la vostra mente o a mettervi un po’ di allegria.

BLU: viene utilizzato soprattutto come colore delle pareti nelle aule scolastiche perché aumenta la produttività del pensiero. Inoltre ha un effetto calmante, rallenta il metabolismo e fa diminuire l’appetito. Porta alla riflessione e da giovamento a chi ha una vita frenetica. È un colore dominante quindi usare un blu navy in tutta la cucina risulterebbe opprimente, ma un’ottima scelta potrebbero essere un blu cielo, un carta da zucchero o una tonalità pastello.Può aiutare le persone iperattive e che tendono a distrarsi facilmente, se invece siete tranquilli per natura potete optare per un blu più audace.

ARANCIO: dipingere le pareti di casa di arancione dicono aumenti l’apporto di ossigeno al cervello e ci trasmetta energia. Meno forte del rosso come tonalità dona una sensazione di rinvigorimento. Potete dipingerci uno studio o un ufficio visto che stimola anche l’interazione sociale.Se non volete esagerare potete dipingere anche una sola parete. Oppure utilizzare delle tonalità dell’arancione come il pesca, con il quale potreste dipingere anche il soffitto del bagno. Ultima raccomandazione: se siete attenti alla linea meglio non utilizzarlo in cucina, aumenta la fame!

VERDE: complementare del rosso, riporta la mente alla natura, ai boschi, ai prati. La tonalità smeraldo è molto di moda e perfetta per dipingere le pareti di casa. Comunemente chiamato verde Tiffany è quel colore indefinito tra il turchese e il verde. Sprizza energia, vitalità e allegria, un colore diventato un must.

VIOLA: non è così apprezzato per una questione scaramantica. Mentre dovete sapere che il lilla è particolarmente calmante e rilassante. Molto adatto alle camere da letto.

GIALLO: è un altro colore molto stimolate, aiuta la creatività e la concentrazione. Adatto a luoghi di studio, di lavoro o di discussione. Per le pareti di casa meglio utilizzare un giallo chiaro, luminoso, acceso, per esempio un classico “giallo limone”. Questo colore funziona meglio se in contrasto con un colore più scuro o un neutro.

ROSSO: ultimamente accantonato nelle abitazioni moderne in quanto più indicato negli ambienti classici. Il rosso funziona per persone decise e che vogliono rispecchiare nella loro casa il proprio ego, dona molto carisma all’ambiente.

NERO: da usare con cautela! Usato con sapienza in contesti luminosi può creare forti e interessanti contrasti. Da prendere in considerazione con arredamento feng shui.

Molto importante è scegliere in anticipo un “tema di colore“. Non fraintendete, non dovete utilizzare lo stesso colore in tutte le stanze ma semplicemente legarli. Purtroppo non basta scegliere il colore, occorre valutare le dimensioni dell’ambiente, la struttura, le colonne, i cartongessi. Sono tutti aspetti architettonici che possono essere valorizzati o nascosti. Non è facile, per questo spesso ci si affida a dei professionisti che ci consiglino come valorizzare gli ambienti. Uno dei metodi più facili e sicuri è quello di consultare un’impresa qualificata.

 
rlc_header_small_01