Frutta e verdura, il miglior consiglio per l’estate



Fin da piccoli, i colori sono compagni della nostra quotidianità e dei giochi preferiti. Ecco perché giocare con i colori di frutta e verdura componendo piatti colorati è un ottimo modo per insegnare ai bambini ad apprezzare questi cibi fondamentali per la salute.
Quando si parla di frutta e verdura, i colori hanno un significato preciso: essi sono infatti costituiti da pigmenti e principi nutritivi dotati di azioni protettive, essenziali per l’integrità, il benessere e la salute dell’intero organismo. Accostare vegetali di diversi colori, oltre a dare la possibilità di comporre piatti divertenti per i bambini, è un’ottima abitudine da introdurre nella dieta di grandi e piccini.
Chiediamo a Ester Giaquinto, membro del Comitato Scientifico Acqua Panna e Medico specialista in scienza dell’alimentazione, di spiegarci come riconoscere fin da piccoli i ‘colori della salute’ da utilizzare sulle nostre tavole, per curare e prevenire alcuni dei più comuni malesseri.
Per divertire i nostri bambini con piatti tricolore, per tifare Italia durante i mondiali di calcio, iniziamo analizzando i colori della bandiera Italiana: quali elementi caratterizzano i vegetali verdi, quelli bianchi e quelli rossi? “Il bel colore verde acceso delle verdure a foglia è legato alla presenza di clorofilla, preziosa per la sua importante funzione antianemica e tonificante del cuore”, spiega la Dottoressa Giaquinto. “Il bianco è invece associato ad un alto contenuto di vitamina C che si trova in frutti come banana, mela e pera bianca, uva bianca, o in verdure come per esempio cetrioli, cipolla, cavolfiore e finocchi. Infine il rosso dei pomodori e dell’anguria è legato al loro contenuto di licopene, un pigmento dal forte potere antiossidante, utile per difenderci dai danni dei radicali liberi”.
Molti altri sono però i colori sinonimo di salute, soprattutto in estate, quando la varietà di frutta e verdura si arricchisce: “Le albicocche, il melone e le carote devono il loro colore giallo-arancio alla ricchezza di betacarotene, che il nostro organismo trasforma poi in vitamina A. Il viola dei mirtilli, dell’uva rossa, delle ciliegie e delle melanzane è tipico degli antociani, pigmenti che hanno la proprietà di rinforzare e rendere più elastiche le pareti dei capillari e sono quindi alleati di una migliore circolazione sanguigna e preziosi per favorire la prevenzione delle malattie cardiocircolatorie. Il giallo del mais dolce e di alcune varietà di zucchine indica la presenza di luteina e zeaxantina, sostanze ad azione antiossidante che sembrano essere efficaci anche per proteggere l’occhio da alcune malattie degenerative. Pertanto”, conclude la Dottoressa Giaquinto, “alimentarsi nelle giuste proporzioni e rappresentare ogni giorno nel piatto uno o più colori fin dalla tenera età, ci aiuta a vivere in salute e prevenire disturbi futuri”.
“Associare ad una corretta alimentazione anche una corretta idratazione risulta importante proprio per veicolare a livello cellulare i preziosi nutrienti estratti dai ‘colori’ ”, aggiunge la Dottoressa Giaquinto. “In particolare, ogni fase della vita del bambino ha esigenze specifiche e bere correttamente consente di affrontarle al meglio. Quella dei bambini è la categoria che a maggior ragione necessita di una corretta alimentazione e idratazione: bere molto, introdurre le giuste quantità di frutta e verdura, soprattutto d’estate e se effettuano attività fisica, li aiuta a diventare adulti sani”.
Tutti i suggerimenti del Comitato Scientifico Acqua Panna sull’alimentazione e l’idratazione dei bambini sono raccolti sul sito Internet www.quandocresceunbambino.it, insieme ad altri spunti per accompagnare i genitori nel percorso di crescita dei loro bambini.
Sky_with_puffy_clouds