Eliminare la muffa verniciando le pareti?



La muffa che si forma nelle pareti, oltre ad essere antiestetica e maleodorante, è sintomo di poca salute della propria casa: infiltrazioni, umidità, macchie, condensazione, perdite alle tubature, sono tutte le cause che determinano il formarsi della muffa. Oltre a risolvere le problematiche relative agli impianto che potrebbero generarla, la muffa può essere eliminata, con il pennello. Ossia utilizzando una vernice con additivi antimuffa.

Ad esempio, esistono in commercio differenti tipologie di antimuffa additivi, ma possono essere inglobati in due macro categorie: quelli che sono già inseriti nella vernice e quelli che invece devono essere aggiunti alle vernici per le pareti.

Esistono in commercio entrambe le soluzioni proposte: la prima consiste in un prodotto per interni, progettato e realizzato con componenti di antimuffa e anti alga, seppur conservando le caratteristiche della vernice.

I secondi sono invece additivi a parte che devono essere uniti e diluiti nella tintura. In particolare, questi additivi funzionali sia per esterni che per interni al fine di ricoprire le pareti e proteggerle dalla muffa, sono incolore, infatti possono essere diluiti in qualsivoglia tipo di vernice colorata.

Pensate bene a quando dovete riverniciare casa a quanto sarebbe bello non doversi confrontare con neoformazioni di muffa e con il cattivo odore che ne consegue (nonché una testimonianza di malfunzionamento, dietro e dentro le pareti, di impianti e tubazioni) e a come potreste risolvere i problemi di muffa semplicemente verniciando le pareti con una soluzione già pronta all’uso. Un bel balzo in avanti. Ovviamente, si consiglia sempre di capire da dove provengono infiltrazioni o l’umidità, a quali impianti fanno capo e a quali defezioni si va incontro, prima di ricoprire il tutto con la necessaria tinta ad antimuffa e anti-alga.